Rei per condivisione

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
image_pdfimage_print

Negli eventi live presenziano sempre tanti fotografi ed in questo campo più che in tanti altri, si percepisce la compezione: siamo prigionieri dall’ansia da prestazione, che ci pone sotto palco come fossimo in guerra tutti contro tutti. In realtà, tra di noi c’è rispetto, stima, amicizia (per pochi e non per tutti), ma la tensione è sempre alta. Ciascuno di noi vuole poi pubblicare subito le foto, per dovere, per scelta, per spararsi la posa, per essere notato e magari avere qualche ingaggio da chissà chi. Allora partono le pubblicazioni suI siti web delle testate che ci hanno accreditato, i nostri siti personali, i Social Media, Whatsapp, Telegram e chi più ne ha più ne metta. Tutto ciò è sacrosanto se si vuole vivere, lavorando nel mondo della Live Music Photography ed io non mi escludo da questo giochino perverso!
Martedì scorso, sono stato ad un spettacolo per realizzare un reportage: destinazione San Salvatore Monferrato (AL), presso il teatro comunale, dove il giornalista Enrico Deregibus ha intervistato Marina Rei. Fotografi presenti all’evento: due, appartenenti alla stessa webzine SonoGrafia. Il motivo è presto detto: avendo ampliato l’organico dei collaboratori ho portato con me un bravissimo fotografo, Stefano Introvigne, il quale ha sempre lavorato in un altro genere di fotografia e mai in quello dei live show. A questo punto, combattuto se “competere” sullo stesso reportage o altro, ho optato per una soluzione diversa: ho lasciato a lui campo libero, per potersi addentrare come meglio credesse in questo affascinante mondo ed io ho solamente pubblicato la foto di copertina e le foto sul canale Instagram: un risultato molto soddisfacente.
Morale della favola: non mi sono sentito castrato, ho provato piacere e benessere nel aver fatto un passo indietro ed aver lasciato il campo ad un collega ed amico, pur fotografando ugualmente, divertendosi insieme e non accavallandosi mai: questa è la vera essenza della comunicazione fotografica, a mio parere. La Fotografia, soprattutto quella dei concerti, non è inflazionata e c’è spazio per tutti: sono voci messe in giro da coloro che non si vogliono sbattere più di tanto e mantenere il proprio orticello senza crescere, o senza dar modo ad altri di crescere: dare spazio, fa bene a tutti!
A questo punto qualcuno leggendo queste mie parole, perchè qualcuno c’è, e starà più o meno pensando: “Guarda, guarda Gianluca Talento che predica bene, parla di buoni propositi, di lasciare spazio, fare un passo indietro, però intanto la sua galleria di foto la pubblica lo stesso”. Sì, è vero, ma in un altro ambito, in un altro contesto, per un’altra causa. Poi che volete che vi dica, nessuno è perfetto, neanche io, perchè anche io sono prigioniero della condivisione… tutti siamo Rei per condivisione!
Ecco la photogallery!

Precedente Click! L'altro corso di Fotografia